Dead Space 3

Si certo, sono un po’ in ritardo.. infatti la data di uscita di questo videogames è del 8 Febbraio 2013.

Su questo videogioco ne ho sentite davvero tante e tutte negative.

La storia è più o meno sempre la stessa, Isaac Clarke, Necromorfi,Marchi,Smembramenti a palla!!!!!

615134_668343799907474_5935346408572213113_o

Le differenze rispetto ai due predecessori però sono parecchie, a partire dal fatto che per la prima volta l’ingegnere più famoso dei videogiochi metterà i piedi a “terra” sul pianeta Tau Volantis.

Un’altra novità sta nei movimenti, ora è possibile fare capriole da tutti i lati per evitare i necromorfi.

All’inizio questa cosa mi ha fatto storcere il naso, ma col tempo mi sono reso conto che era molto utile per evitare attacchi da mostri velocissimi o alcuni che non riuscivo a bloccare con la stasi.

L’altra grande novità sta nella rivoluzione nel sistema di gestione delle armi.

Ecco, qui devo dire che ho odiato quelli della Visceral Games.

Perché ti danno la possibilità di costruirti mille armi,invece nei predecessori ne avevi a malapena una decina quando però puoi utilizzare solo due armi. Perché questa scelta? Ma se negli altri giochi potevo usarne quattro???? Ma che problemi avete?

Per fortuna che c’è la lama al plasma…

dead-space-3-scenario-terrificante-it_656x369

E del fatto che ci hanno tolto i tanto amati nodi? Per sostituirli con i circuiti….? MMMMMmmm di tutte le novità questa è quella che ho disprezzato di più.

Un’altra novità è che durante la storia, ci dovremo scontrare oltre che con i soliti necromorfi, anche contro degli uomini!!! Precisamente contro i soldati di Unitology, capitanati da Danik.

Infatti quest’ultimo da la caccia a Isaac, ritenuto il nemico “numero 1” dei marchi, in quanto è stato in grado di distruggerne due nelle sue precedenti avventure.

dead-space-3-situazione-ostile-it_656x369

Infine, la modalità Co-op, di cui a me, non frega niente!

Non mi ha mai interessato, sono sempre stato molto più affascinato dalla storia principale dei giochi e dai trofei.

Le news sono finite!!!

La grafica purtroppo, non è cambiata molto rispetto al secondo capitolo ma ovviamente sulle scene nello spazio o quelle sul pianeta non c’è nulla da dire. WOW!

Ho giocato a tutti i giochi precedenti, DS1, DS2, DS Extraction e forse da questo capitolo, mi aspettavo qualcosa di più. Ma non mi sento di giudicarlo negativamente, anzi.

Se ci penso bene, negli ultimi anni, mi sto appassionando a questi nuovi giochi, dove il protagonista non è mai l’eroe per definizione ma anzi, è l’antieroe.

Come Nathan Drake in Uncharted, Joel di The Last Of Us, Isaac Clarke non è un eroe.

E’ un ingegnere, un uomo qualunque che si è trovato improvvisamente coinvolto in un casino più grande di lui. E’ la terza volta che lo “tirano in mezzo” ma è stanco, non ne vuole più saperne di alieni, morte e si denota nel corso del gioco, il passaggio, dal rifiuto della missione, fino ad arrivare alla fine, all’estremo sacrificio, per amore di Ellie e della Terra.

Mi è piaciuto anche il ruolo di John Carver, che cerca in tutti i modi di redimersi, fino all’ultimo, rischiando quasi di mettere a repentaglio tutto.

dead-space-3-missione-terrificante-it_656x369

La storia, nonostante alcune forzature col nemico principale, è accattivante, ti incuriosisce. Cavolo, finalmente arriviamo sul pianeta dei necromorfi!! Entriamo anche all’interno di un necromorfo gigante e la battaglia finale è di alto livello.

Una degna conclusione?    

RECENSIONE Maze Runner – Il Labirinto, libro di James Dashner

Riassunto preso da Amazon: 

“Quando Thomas si sveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l’organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l’ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce un giorno, quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l’unica speranza del gruppo o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.”

FINAL_-Maze_SRGB-mtv_1394933176426_thumb[1]

 

Questa recensione non contiene spoiler.

Sta per uscire il film, e quindi ho letto il libro. Semplice.

Di solito i libri belli li scovo in qualche modo prima che qualcuno pensi di fare un film. Mi sono sempre considerata una informata, che legge e sa le cose.

“Io leggevo Harry Potter prima che fosse mainstream.”

E invece non sapevo un tubo, perché per scoprire un libro così figo ho dovuto aspettare il trailer. Quindi si mi è piaciuto, e si ve lo consiglio se vi piace il genere distopico e siete stufi dei soliti triangoli amorosi; perché qui non c’è, qui si parla di azione e enigmi, con un briciolino di romance ma proprio una cosa infinitesimale (e poi comunque un po’ piace).

iKi3Y0ctsXuV6

Il protagonista Thomas finisce in un incubo, chiuso in una radura circondato da ragazzini come lui (tra i 12 e i 18 anni) senza un apparente motivo con l’unico scopo di sopravvivere e fuggire da quel luogo, peccato che è circodato da un altissimo labirinto pieno di mostri strani.

worried

In un ecosistema a se, nella radura i ‘ragazzini’ (che poi ragazzini non sembrano) si sono organizzati, ognuno con il suo compito per sopravvivere, i medicali, i cuochi gli agricoltori e molti altri tra cui i velocisti. Thomas all’inizio viene trattato come un “fagiolino” quello nuovo che ha paura e non sa nulla, ma non è così lui è curioso e continua a fare domande, forse troppo. Insieme a lui mi innervosivo ogni volta che sorvolavano su un quesito, capitolo per capitolo si scopre qualche cosa in più ed è impossibile fermare la lettura.

Vuoi sapere come va a finire, cos’è quel posto e soprattutto come uscire da lì!

the-maze-runner-how-did-i-get-here

Ovviamente iniziano a succede cose strane, sembra tutto causato dall’arrivo di Thomas in lui c’è qualcosa di diverso, lui e tu stesso il lettore non sapete nulla poiché “avete” perso la memoria, è estremamente interessante leggere i sui pensieri e le sue congetture, finalmente un protagonista che non si comporta come un completo idiota!

Insomma in un branco di ragazzi adolescenti e ricordiamocelo, solo uomini direi che le forse potrebbero farsi parecchio incasinate, almeno finché tutto cambia! Si aggiungerà infatti al gruppo una ragazza, che sembra conoscere Thomas! Ma come è possibile visto che tutti hanno perso la memoria?

the-maze-runner-why-are-we-different

Anche gli altri personaggi sono interessanti, non molto approfonditi e abbastanza stereotipati ma dopotutto anche loro avendo perso la memoria non sanno probabilmente descrivere se stessi! Nonostante questo sono riuscita ad affezionarmi ad ognuno di loro anche i più “cattivi” e sono tutti resi credibili.

Lo stile di scrittura è scorrevole ed interessante soprattutto perché l’autore James Dashner è un genio a creare la suspense, un cliffanger in ogni capitolo e vi sembra poco?

So-excited-gif3

Ho dedicato a questo libro parecchie ore di sonno, se cercate un bel distopico tra enigmi e azione e finalmente adatto ad un pubblico sia maschile sia femminile che incerto (no giudico) questo è il libro che fa per voi! Primo di una triologia quindi aspettatevi altre recensioni!

 

Voto 9/10

ps: giudizio spassionato sulla copertina italiana del libro, è orribile non lasciatevi influenzare!

ps:ps: grazie per aver scelto DylanOBrien come attore protagonista!!!

 

Trailer del film in uscita a settembre!

https://www.youtube.com/watch?v=qBjv3ic9tCg

 

 

ATTENZIONE!!!

MICRO sezione SPOILER:

Il finale è aperto e mi ha lasciato un po’ interdetta, spero che le cose si evolvano in maniera interessante e si scopri di più su cosa è successo al nostro povero pianeta, e soprattutto perché questi “dottori” sono così senza cuore? Ho quasi pianto quando è morto Chuck, poverino quello che sembrava il più sfigato degli sfigati alla fine è morto da eroe.

Transformers 4 – L’era dell’estinzione

Siamo arrivati al quarto capitolo della di uno dei registri odierni. Michael Bay. Dopo zarrate come Armageddon, Bad Boys 1-2, The Rock e opere un po’ più sobrie come The Island, o Pearl Harbor raga la lista è davvero lunga.

Dal 2007 è entrato in fissa con la Hasbro e i suoi Transformers.

Sono andato al cinema carico, in quanto un mio amico me lo aveva caldamente consigliato e in più essendo la settimana del mio compleanno, non ho pagato l’ingresso! Grazie UCI Cinemas per trattare così bene i tuoi cari e affezionati clienti, ma lo dico subito, ci sono rimasto male!

Andiamo per gradi:

Il cast del film è completamente cambiato, solo i Transformers sono rimasti gli stessi, per il resto tutto il cast in carne e ossa è stato sostituito.

Troviamo infatti come protagonista Mark Wahlberg nei panni di Cade Yeager, un inventore un po’ maldestro e al verde, che cerca in tutti i modi di inventare qualcosa che gli permetta di svoltare, di fare soldi, per poter fare una vita dignitosa per lui e la figlia ultra gnocca Tessa (Nicola Peltz).

E74-13177-AC

Gli altri attori principali sono Jack Reynor, Stanley Tucci, Kelsey Grammer, Titus Welliver, T.J. Miller.

Dal punto di vista effetti speciali è irraggiungibile, perfetto e addirittura meglio rispetto ai suoi predecessori.

In ogni film di Transformers durante gli scontri ho sempre fatto fatica a distinguere i combattimenti. Non capivo mai chi combatteva chi o cosa.

Questa volta si sono superati, combattimenti chiari e nitidi, effetti speciali sbalorditivi, Optimus Prime zarrissimo, e fin qui va bene ma i dialoghi all’interno del film sono… Non so neanche come definirli, insomma banali a livello estremo.

Credo che la fascia d’età si sia abassata tantissimo, dai 10-17 anni.

Ok, starete pensando, ma cosa vuoi? Stai andando a vedere un film tratto da dei pupazzetti robot cosa pretendi????

optimus-knees-still

Avete sicuramente ragione ma ci sono rimasto male, mi è sembrato un piatto riscaldato, un miscuglio delle cose migliori dei vecchi film riproposti in chiave diversa.

Vedi i primi film, con Sam Witwicky alle prese con i genitori, c’erano delle gag davvero esilaranti. Mi hanno fatto divertire tantissimo. Qui vediamo una cosa simile tra padre e la coppia figlia&fidanzatodellafigliasconosciuto.

transformers_parents

E il mitico John Turturro? Che interpretava l’agente Simmons? Favoloso, in questo caso la sua parte era interpretata da Stanley Tucci, nei panni di Joshua Joyce, il miliardario esaltato che ha scoperto come utilizzare il transformio, per creare i  Transformers.

tumblr_lr15bvoZMM1qiwc0yo1_500

Ora, in questo film mi è sembrato di rivedere  un mix di tutto questo, per due ore e 45 minuti.

Esatto, non ho sbagliato.

Il film dura la bellezza di quasi 3 ore. Eccessive, davvero troppo, considerando che la storia principalmente è:

il protagonista trova Optimus Prime, lo cura.

E74-24272-LC

Lo stato intanto gli sta dando la caccia, insieme ad un transformer alieno e un’azienda che crea transformers, che resuscita senza saperlo Megatron.

Optimus Prime viene catturato, Optimus Prime viene liberato, si allea con i Dinobot, vince la battaglia. Megatron scappa e promette vendetta (ovviamente)

Insomma, 5 righe per 3 ore di film!!! Non so se consigliare la visione del film, però la scena con i Dinobot merita davvero tanto!!!! Ahhaah.

transformers-4-optimus-prime-dinobot

Transformers 4 – L’era dell’estinzione Voto 5,5/10

 

-Simo

Under The Dome 2X03

Rebecca Pine mia cara professoressa di scienze, ma tu dov’eri nella stagione 1 di Under the Dome? Non te ne potevi rimanere a casina?

No perché ragazzi fare un sondaggio e riempire questionari per decidere chi vive e muore è da pazzi, soprattutto se lo fai con quella faccina da menefreghista.

reb

Io purtroppo ho una mente strana che si perde spesso in inutili riflessioni, ad esempio di recente ogni volta che faccio la spesa, guardo la data di scadenza dei cibi per dire “Si questo lo potrei mangiare anche in una eventuale apocalisse di zombie”. Si mi sono fatta troppe puntate di the Walking dead anche perché in realtà se mai dovessi sopravvivere ad una Zombie Apocalisse (cosa davvero difficile viste le mie abilità sportive) probabilmente mangerei pasta al tonno, come ora del resto quindi la mia dieta non varierebbe molto. Ma comunque non ho mai pensato (e spero di non iniziare a farlo) quanto potrebbero durare le provviste se la mia città fosse rinchiusa in una cupola! Quindi non saprei dire se la nostra amica prof abbia o meno ragione sta di fatto che la sua espressione è inquietante e mi sta banalmente sulle palle.

angienotover

Finito il mio sproloquio sul nulla, parliamo di Angie.. dov’è? Quando torno? Immagino che voi pensiate che sia morta, il che probabilmente è vero ma io non ho ancora abbandonato le speranze! Sono sicura che alla fine risorgerà dalle ceneri, in fondo tutto è possibile nella cupola no?

E secondo voi Junior l’ha davvero uccisa? Comunque seriamente perché continuano a dare una pistola a quel ragazzo?

juniorcrazy

Cosa avrà voluto dire la madre di Junior? Cosa potrà mai svelarci il pazzo Lyle? Qualcuno capisce qualcosa di questo telefilm? Comunque dico già da ora a chiunque che se dovete mandarmi un messaggio criptato, non utilizzate la mia data di nascita per favore che è spiattellata su tutta facebook! Inoltre ditemi una cosa, ma se siete rinchiusi in una cupola per mesi la prima cosa che fate quando avete finalmente internet è andare su.. Twitter? E vedere che siete Mainstream? Ma siamo fuori? Abbiamo passato ore e ore per riparare una radio, sti furboni si fanno un giro su youporn? Sono in astinenza?

awkward

A proposito di astinenza che big Jim si voglia fare la prof è chiaro, ma dove l’ha trovato un barbiere disposto a raderlo senza sgozzarlo? La scena era veramente allarmante continuavo a pensare che si sarebbe tagliato, non che me ne preoccupi (oddio adesso sembro più inquietante di junior) ma non si sa mai!

Per finire puntata abbastanza interessante, meno dieci punti per il gruppo di teenager che preferisco non nominare. Stupidissimo soprattutto il fratello di Angie che mentre si diverte con le sue due nuove fiamme si ricorda che la sorella è morta appena due giorni prima e piange, e poi ha un colpo di genio uscito dal NULLA e scopre che la pazza del lago è una studentessa di almeno 30 anni prima!

photobook

La microsoft ovviamente ringrazia per la pubblicità poco occulta.

 

Under the dome 2×03 Voto 7/10

Under The Dome 2X02

Titolo: Under the Dome 2×02 “Infestation”

Data: 7 luglio 2014 (USA), 23 luglio (Italia)

Trama: il dolce Junior trova Angie. Morta.

Sospetta fin da subito del padre, che intanto, si è risvegliato come un uomo nuovo, prima lo troviamo intento a prepare la colazione per la coppia di ospiti Norrie&Joe, poi anziché approfittare della situazione per eliminare il suo arcinemico, decide di salvarlo. Nonsense.

Angie's_Death

Cosa succede esattamente?

L’intelligentissima Rebecca, scopre un’infezione di  bruchi, che minaccia i raccolti, alla quale cerca di rimediare bruciando i campi. Sotto una cupola. Nonsense2.

7,80117213726044E+311

La coppia più famosa in casa Mattel (Big Jim&Barbie) si appresta a risolvere la situazione, buttando del diserbante sui campi, utilizzando un aereoplano pilotato da Barie Mc Guyver, che perde il controllo ma viene salvato da Big Jim.  Che il nostro cattivone si sia redento? Sicuramente!!!!!!

MV5BMTg4NzczNjMyMF5BMl5BanBnXkFtZTgwNzI1MDMxMjE@._V1__SX1229_SY612_

Intanto la sirena del lago di Chester’s Mill viene accusata di essere l’assassina di Angie in quanto viene rinvenuta un’ impronta sulla scena del delitto che corrisponde perfettamente con la suola della sua scarpa.

Junior offuscato dalla rabbia, cerca di ucciderla, insieme a Joe, ma vengono fermati in tempo da Sam e Julia che spiegano ai ragazzi, che grazie all’esame sul corpo, hanno scoperto un’ impronta maschile.

In seguito Junior, torna alla sua confortevole  stanza in carcere, dove trova il braccialetto di Angie, è lui il vero assassino? Oppure qualcuno gli sta giocando un brutto scherzo?

L’episodio, volge al termine con il funerale di Angie, figura fondamentale per la comunità sotto la cupola, a tal punto da fargli dimenticare di Linda, probabilmente abbandonata in una fossa comune. Nonsense4

linaa

Spero che le prossime puntate alzino un po’ il livello, perchè fino ad ora, non ci siamo proprio.

Avendo letto il libro, seguirò la serie fino alla fine, anche se dal libro, la serie si sta allontanando sempre di più.

 

Citazioni: ho apprezzato molto lo scambio di battute tra Sam e Junior:

J:“E’ possibile amare qualcuno così tanto da fargli male?

S: -“L’amore può far fare cose folli.

Under the Dome 2×02 Voto 6/10

 

-Simo

Recensione: Doll Bones di Holly Black

Sinossi di Doll Bones dal sito di Amazon:

dollbonesbook

“A dodici anni, Zach passa i pomeriggi a inventare storie con le sue due migliori amiche, Poppy e Alice: i tre hanno affidato il dominio del loro regno immaginario all’enigmatica Regina, una bambola di porcellana così perfetta da sembrare viva. Un brutto giorno il padre affronta Zach intimandogli di crescere e di cominciare a interessarsi a cose “da grandi”. Il mondo di Zach sembra andare in frantumi, finché una notte la Regina compare in sogno a Poppy, rivelandole di essere stata una bambina in carne e ossa di nome Eleanor, le cui ceneri si trovano ora all’interno della bambola; Eleanor non avrà pace finché non sarà seppellita nella sua tomba, in una lontana cittadina dall’altra parte degli Stati Uniti. I tre ragazzi partono nel cuore della notte, dormendo sotto le stelle, accampandosi nei cimiteri, incontrando bizzarri personaggi che parlano alla bambola scambiandola per una bambina vera, in un viaggio che cambierà per sempre le loro esistenze. Non somigliava affatto a un sogno. Era seduta sul bordo del mio letto. Aveva i capelli biondi, come quelli della bambola, ma arruffati e sporchi. Mi ha detto di seppellirla. Mi ha detto che non avrebbe trovato riposo fino a che le sue ossa non fossero state nella tomba e che, se non l’avessi aiutata, me ne avrebbe fatto pentire.”

 

Questa recensione non contiene spoiler.

 

Partiamo dal fatto che è un libro per bambini, ma che può essere letto anche da adulti. Lo consiglio? Si se vi piacciono le favole moderne, e i libri di Neil Gaiman.

Qualche giorno fa girovagavo in libreria; una di quelle minuscole e dimenticate da dio dove vendono solo best seller e harmony, di quelle dove non vorresti mai andare ma essendo la più vicina a casa tua ci vai, anche se ogni volta ne esci deluso e affranto.  Bene ero proprio lì quando ho visto il libro di Holly Back Doll Bones. La prima cosa che mi ha affascinato è la bellissima e inquietane copertina, la seconda l’autrice di cui ho già letto “I segreti di Cold Town” e so essere la migliore amica di Cassandra Clare la diabolica scrittrice di Shoadows Hunter.

Non avendo trovato altro di interessante prendo il libro e ne leggo la trama, un po’ favola un po’ horror e decisamente singolare. Mi convinco ad acquistarlo e mi avvicino alla cassa pensando “Se me lo chiede, è per la mia ipotetica sorella minore”.

Fermi tutti.

Perché a 24 anni devo ancora aver paura di quello che pensa la gente? Chi se ne frega se è un libro per bambini, mi piace lo pago e lo leggo. Questa lezione che ancora faccio fatica ad imparare, l’ho “ripassata” leggendo il libro; il protagonista Zach infatti ha 12 anni ed  in quella fase dell’infanzia/adolescenza dove vorresti ancora essere un bambino ma allo stesso tempo sai he non puoi e temi il giudizio altrui.

Zach è un ragazzino molto fantasioso, che adora le storie di avventura e si diverte a giocare ed inventare avventure con due sue amiche tramite le bambole. Oltre a questo è anche un ragazzino che sta crescendo velocemente, comincia ad avere successo con le ragazze (pur non rendendosene conto, un classico) e negli sport, guadagnandosi il rispetto dei sui compagni di squadra.

Ha paura alla sola idea che i compagni possano scoprirlo intento a giocare con le sue bambole, ma allo stesso tempo freme all’idea di continuare e inventarsi nuove ed incredibili avventure.

Finalmente Zach riuscirà a vivere la sua avventura (anche se forse non è quella che aveva immaginato), piena di peripezie ed imprevisti per seppellire una bambola che afferma di essere composta da ossa di una bambina morta anni prima.

La storia è scorrevole, semplice ma interessante. Non è però la sola ragione per cui dovreste leggere questo libro, ma sono i personaggi. Tre bambini che crescono e affrontano problematiche che ancora oggi molti adulti non hanno risolto. Una citazione di Poppy mi ha fatto molto riflettere:

 

“Odio che tutti lo definiscano CRESCERE quando a me sembra come MORIRE”.

 

Anch’io da bambina ho pensato la stessa cosa: da qui a 20anni quando sarò una persona adulta, cosa rimarrà della me di adesso? Dei miei pensieri e delle mie passioni? Ora mi diverto un mondo a giocare al tot gioco o a leggere il determinato libro, da grande mi piacerà ancora? O sarò una persona totalmente diversa? E se così fosse, non è un po’ come se la me di adesso morisse?

7980574

Questi sono i pensieri sconclusionati di “me” da bambina (figuratevi cosa penso ora ahaha) e rivederli nel personaggio di Poppy me l’ha fatto ricordare.

Questo per dire che se c’è ancora il bambino che eravate da qualche parte nel vostro subconscio, egli merita di leggere questo libro, perché è veramente carino e poi dai sinceramente… lo si legge in meno di un giorno!

gaston-needs-pictures-to-read-in-beauty-and-the-beast-gif

 

 

 

– Martinella

 

Under The Dome 2×01

Titolo: Under the Dome 2×01 “Heads will Roll”

Data:30 giugno 2014 (Usa)16 luglio 2014 (Italia)

 Trama: La serie riprende da dove l’avevamo lasciata a fine della prima stagione, ovvero, Dale Barbara sulla gogna, si proclama innocente.

tumblr_n81t34QUQa1ts57vbo1_250

Big Jim ordina al figlio di tirare la leva ma Junior si rifiuta. Il cattivone cerca allora di farlo lui stesso ma Linda lo ferma.

Improvvisamente la cupola, attiva dei poteri magnetici che attira a sé qualsiasi oggetto metallico.

xmagnetized-dome.jpg.pagespeed.ic_.MJBvrGTJki

Barbie, che si sente preso in poca considerazione, è ovviamente, ammanettato e viene attirato dalla cupola. E’ così che ci saluta Linda, rispecchiando alla perfezione la sua caratteristica principale. La sua inutilità.

utd-gif-2

Voglio aprire una piccola parentesi, sto facendo uno stage in un’azienda.

Una delle poche volte che ho imparato qualcosa è stato durante un corso di formazione antincendio, dove l’insegnante, davvero molto in gamba e preparato, ha fatto una lezione sulle nozioni di base dell’antincendio e del primo soccorso. Beh, una delle regole fondamentali è quella di non mettere a rischio la propria vita per salvare quella degli altri, da questo deduco che probabilmente durante il corso di formazione Linda, se la stava spassando con il suo bel pompiere. Oppure è semplicemente rimasta coerente al suo mestiere, la poliziotta più inutile del mondo, che qui ci lascia, morendo per evitare la morte di Barbie, schiacciato da una macchina, schiacciata dalla macchina. Si può essere così inutili?

La scena successiva riguarda Julia, che a fine della prima stagione, aveva buttato l’ovetto rosa nel lago.

Torna a riva e vede spuntare dal punto dove ha gettato l’oggetto misterioso una ragazza.

Subito dopo, scopriamo un altro personaggio. Lo zio Sam!!!! Fratello della mamma di Junior.

Questa puntata introduce anche un altro personaggio, Rebecca, l’insegnante di scienze in grado di progettare e far costruire un macchinario per eliminare il magnetismo della cupole tanto inutile quanto alto in tempo record. Ovviamente Barbie, interverrà nella costruzione (figurati se Mc Guyver non partecipava), ma la cosa che più ho faticato a digerire è che i cittadini sotto la cupola, sembrano essersi dimenticati della sete di sangue nei suoi confronti  e intervengono per aiutarlo.

La cupola oltre a fare da calamita, fa avere delle visioni ad alcuni dei nostri protagonisti.

Under-The-Dome-2x01-3

Big Jim trova quindi il figliol prodigo svenuto e in preda al panico e alle visioni della abbondantissima Dodee Weaver in un’ interpretazione a dir poco camaleontica della cupola, gli fa capire che deve morire per far ristabilire le cose, sale perciò sul patibolo e cerca di ammazzarsi ma viene salvato da Julia che recide la fune, in quanto ha compreso il vero messaggio della Cupola: Nessuno deve morire.

Dodee_Weaver

Tutto torna alla normalità, l’elettromagnetismo scompare, le persone si risvegliano.

Ma allora perché nella prima serie ci hanno tormentato con le immagini di Big Jim pieno di sangue sulla camicia? Come possono quelle scene significare che non doveva morire ma bensì salvarsi? Magari quella era solo una visione di Big Jim che si era sporcato la camicia di ketchup mangiando un super hot dog in stile Man V. Food?

media-68519-246577

L’episodio si chiude con Angie che, dopo aver servito da bere al Re del Brivido(Stephen King) al Swentbriar Rose,

Under the Dome 2.01 Promo Photo

insegue dentro la scuola di notte Melanie, la nuova arrivata in città,come da tradizione nei miglior film horror.

A seguire.. un’ascia, un urlo. Fine!

Ciao Angie, ti sopportavo quasi meno di Linda.